Giacomo carissimo

Giacomo carissimo

Lettere delicate e deleterie a Giacomo Casanova

20,00 €

Curatori: Bruno Capaci – Elena Grazioli
Prefazione di Piermario Vescovo
Lo Scaffale dei Politropi #2

Galileiano d’alcova, sperimentatore per definizione, Casanova scrive in francese e pensa sia nella lingua di Ariosto sia in quella di Voltaire ,ma in ogni piega del suo discorso c’è infine il teatro.
Egli è attore delle due commedie sia quella all’improvviso sia di quella in cui la partitura è scritta giorno per giorno e poi di nuovo, alla fine della propria vita, con un talento felice e una dedizione allo scrittorio non inferiore a quella avuta per il tavolo da gioco. Monumentale e pluridialogica la sua Histoire de ma vie mette in relazione il modello umorale della Vitadi Cellini con l’ossessiva trasparenza promossa dalle Confessions di Rousseau.
Ora questo scrittore dal successo postumo, ma sempre più accreditato, va finalmente interrogato dalla parte di lei, perché l’uomo sovrastato dai meriti del narratore possa finalmente riemergere con tutte le sue debolezze e risorse incontrando il lettore che ha così ben circuito, come un seduttore imperfetto ma tenace.
Le lettere scritte a Casanovafanno tacere l’avventato parere di chi ritiene che il rapporto con l’altro sesso sia un’arte di ovidiana sagacia e frivola compostezza e non quella pericolosa esperienza che è mescolare vita con l’altrui vita. Così le donne di carta smetteranno di essere figurine di alcova per rientrare nella loro esistenza settecentesca, sfarzosa e precaria e, più di ogni altra cosa, non arrendevole.



Curatori
Bruno Capaci, ricercatore confermato, abilitato IIa fascia, insegna Letteratura e Retorica e Didattica della Letteratura italiana presso l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Tra i suoi studi su Casanova ricordiamo: Le impressioni delle cose meravigliose, Venezia, Marsilio, 2002; Gli Onesti e imperterriti piaceri, Roma Carocci, 2002; Giacomo Casanova, Napoli, Liguori, 2009.

Elena Grazioli  ha conseguito la laurea inlettere, indirizzo culture letterarie europee, nel luglio 2017 presso l’Università di Bologna, con una tesi su Giacomo Casanova dal titolo: L’autobiografia al di fuori dell'“Histoire de ma vie”. Ha svolto l’anno accademico 2014-2015 a Parigi, all’Università Paris-Sorbonne (Paris IV). Specializzanda in italianistica presso l’Alma Mater Studiorum, frequenta l’École Normale Supérieure de Lyon in qualità di borsista.

 


Il libro è parte di Lo Scaffale dei Politropi.

Non di tutti i politropi il racconto cangiante e avvolgente perdura, com’è accaduto a quello di Ulisse. Talvolta esclusi dalla nostra tradizione culturale ma non sempre. Seguaci del bello e del vero. I politropi sono gli esclusi ma anche i più invitati perché nessuno, come loro, sa cosa dire e soprattutto come dirlo. Proteiformi, dalla parola affascinante, talvolta noti a una ristretta cerchia di specialisti, talvolta affabulatori di grande consenso popolare, i politropi dividono ma nello stesso tempo affascinano chi voglia ascoltare un racconto che ha sempre qualcosa di mai detto prima, se non altro nel modo. Sono essi gli istrioni e le istrione? Sono le sirene del nostro tempo? Parlano alla pancia? O educano la mente con il cibo prelibato della curiosità che si rinnova nell’invito di Ulisse a fare della propria esperienza una religione di vita. Di che cosa si occupano i politropi? Della vita. Uomo, donna, cortigiano, affabulatore e affabulatrice che sia, il politropo comunica senza preoccuparsi troppo del suo statuto di irregolare o meglio di accademico irrituale. Il politropo ha goduto di un certo disinteresse da parte degli studiosi. È questa un’umile ma tenace occasione d’indagine filologica offerta a chi pensa che la curiosità sia riconoscimento intellettuale di non trascurabile importanza.

 


Collana diretta da

Bruno Capaci, Loredana Chines, Stefano Scioli, Paola Vecchi Galli, Marco Veglia

 

 





Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 26.09.2019.

I libri di Emil. Via Carlo Marx 21, 06012 Città di Castello (PG)
Tel +39.0753758159 / Fax +39.0758511753 - info@ilibridiemil.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2019 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb