Narrare nel Cinquecento

Narrare nel Cinquecento

Le Cento novelle scelte di Francesco Sansovino

18,00 €

Autrice: Federica Rando
Biblioteca del Rinascimento e del Barocco #15

Nell’ampio e frastagliato panorama della novellistica cinquecentesca non può sfuggire la complessità del progetto editoriale delle Cento novelle scelte di Francesco Sansovino, i cui diversi approdi nel tempo sono il segno di un tentativo, tutt’altro che pacifico, di delimitazione delle possibilità della novella, negli anni cruciali del dibattito intorno agli Indici dei libri proibiti e della ridefinizione normativa dei generi letterari. Le scelte effettuate dall’editore in vista dell’allestimento della prima edizione della raccolta (Venezia, 1561) rispondono a un progetto culturale ben individuato nella finalità che persegue, anche per il perspicuo legame che la silloge instaura con l’orizzonte narrativo del Decameron, di cui riproduce l’assetto strutturale, ma rispetto al quale attua una torsione densa di implicazioni.
Il volume offre una disamina accurata dei materiali testuali confluiti nella celebre antologia del Sansovino che, unitamente al capillare raffronto fra le cinque diverse edizioni della raccolta pubblicate vivente il curatore, ha consentito di indagare a fondo la genesi e l’evoluzione di quella fortunata iniziativa editoriale e di individuare i caratteri di una strategia autoriale precisa e stratificata, messa in atto da un editore abilissimo nell’inserirsi con disinvoltura in uno scenario articolato e in rapidissima evoluzione come quello dell’industria libraria veneziana.

Autrice
Federica Rando ha conseguito il dottorato di ricerca in “Filologia antica e moderna” presso l’Università di Messina. I suoi interessi scientifici si concentrano su Boccaccio e la narrativa cinquecentesca con contributi su rivista e in volume. Fra le sue principali pubblicazioni: L’«Historia di Tereo» di Levanzio da Guidicciolo, «Schede umanistiche», 26 (2012); Materiali interpolati nella «Picara Giustina» di Barezzo Barezzi, «Studi giraldiani», 2 (2016); Tra riscrittura e intertestualità. Un racconto di Margherita di Navarra nell’officina della novellistica rinascimentale, «Studi sul Boccaccio», 45 (2017). Attualmente collabora con la cattedra di Letteratura italiana dell’Università di Messina in qualità di cultore della materia.


Il libro è parte della Biblioteca del Rinascimento e del Barocco, collana di studi e testi diretta da Andrea Battistini, Luisa Avellini, Clizia Carminati, Lara Michelacci, Uberto Motta e Francesco Sberlati

Nella prospettiva culturale che si sviluppa fra XVI e XVII secolo in Europa si assiste a un riassetto epocale di idee e di forme adeguate a comunicarle; la scena letteraria, intrecciata alla drammaturgia, alla musica e all’innovazione nelle arti figurative nonché messa alla prova dal confronto con i modi della comunicazione della rivoluzione scientifica, dà vita a una stagione complessa di proposte e risposte che offre ancora ampie possibilità di scandaglio.
A questa opportunità di migliore identificazione di testi e di perfezionamento degli studi la Biblioteca del Rinascimento e del Barocco viene incontro facendo appello a un quadro nazionale e internazionale di specialisti, capaci di trasformare una Collana editoriale in una rete di relazioni e di discussione: nell’articolazione di una virtuale res publica litteratorum.

Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 11.10.2018.

I libri di Emil. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@ilibridiemil.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2018 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb