Liberté

Liberté

17,00 €

IN LIBRERIA DAL 13 OTTOBRE!

Autore: Maurizio Tucci
Prefazione di Irene Zerbini

“Non c’è conflitto ad essere contemporaneamente innamorati di Sabine e Alia. Non sono due persone diverse, sono l’una la non-altra dell’altra. Una sorta di materia e anti-materia. Per questo l’esistenza dell’una è imprescindibile perché anche l’altra esista”.

L’amore parallelo di Philippe verso Alia, parigina d’Arabia, e verso Sabine, parigina di Parigi, è il fil rouge di un romanzo che ha come trama un intrigo ambientato nelle metropolitane della città. Una Parigi certamente contemporanea, ma oniricamente al riparo da influenze contingenti.

Philippe, Chef della prestigiosa stazione di Louvre-Rivoli del Métro Parisien e rampollo della borghesia parigina, si trova ad essere tra i protagonisti della rivolta di un gruppo di Chef de Station che cerca di “deporre” la dirigenza corrotta e affarista per riportare il Métro Parisien agli antichi fasti.

Proprio nel combattere questa “guerra”, come la chiama Jaurès (leader dei rivoltosi), Philippe si innamora progressivamente e parallelamente di Alia e Sabine, anche loro Chef de Station. Un amore vissuto tra sensi di colpa e tentativi di autogiustificarsi, attinti a passate reminiscenze scolastiche: “A scuola ero bravissimo in fisica e rapito dalla magia dell’equilibrio, frutto di forze uguali e contrarie. Ecco, Alia e Sabine “crescono” insieme come se si dovessero reciprocamente compensare per non mandare all’aria il mio equilibrio”.

E “amori e guerra” si intersecano sempre più, tra gelosie e rivelazioni, tra misteriose scomparse e clima da basso impero (che riporta, con assoluta levità, a contemporanei déjà-vu), a cui fa da contrappunto il costante riferimento al piacere di una cucina raffinata di cui Jaurès e Philippe sono estimatori.

Avvince alla lettura l’utilizzo di un registro noir “impuro”, continuamente corretto e in qualche modo “disinnescato” dal gusto ironico dell’io narrante, e un susseguirsi di colpi di scena, su entrambi i fronti che il libro porta avanti, per arrivare ad un finale che rovescia tutte le attese, lasciandole tuttavia aperte ad un “dopo” ancora non scritto.





Autore
Maurizio Tucci è è nato a Potenza, ha studiato e si è laureato a Bologna, vive a Milano da oltre vent’anni. Si occupa di comunicazione e di ricerca sociale. è giornalista, collabora da anni con il Corriere della Sera. è Presidente della associazione Laboratorio Adolescenza. Autore di numerose pubblicazioni e saggi. Libertè è il suo terzo romanzo. Con “I Libri di Emil” ha già pubblicato, nel 2013, Scusa, Mondo.
maurizio.tucci@gmail.com



Hanno parlato di questo libro

Arcipelago Milano

Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 07.10.2016.

I libri di Emil. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@ilibridiemil.it - P. iva 02774391201
Copyright © 2017 Odoya. Powered by Zen Cart - Designed by InArteWeb